Frammenti, le maschere icona di Beatrice Spadea

beatrice-spadearolling-stones-3

Beatrice Spadea, giovane talentuosa artista italiana, principalmente impegnata tra pittura e scultura, presenta la sua ultima iconica serie intitolata Frammenti.

Maschere di resina ricoperte da frammenti del passato; vinili, viti, molle, libri, riviste e lattine in un riuso della materia, nel racconto di una storia che assume un’identità umana.

beatrice-spadea-1

Una tangibile evocazione nella ricerca di una identificazione contemporanea di ciò che appartiene al passato.

Questa serie mi ha permesso di toccare moltissimi aspetti che a prima vista possono sembrare totalmente slegati. Il comune denominatore è il fatto che appartengano a tutti noi.

Si tratta di un vero e proprio sfruttamento di oggetti presistenti e che appartengono alla nostra storia. I materiali che utilizzo sono spesso icone riconducibili ad un immaginario collettivo e la loro ricontestualizzazione in un ambito contemporaneo è un tributo non tanto all’ oggetto in sè, piuttosto a tutte le immagini che hanno contribuito alla costruzione di una nostra identità.

Con la serie “Frammenti”, non intendo inventare qualcosa di nuovo, il mio contributo consiste soltanto nella scelta di un elemento piuttosto che un altro da inserire nell’opera. Scelgo e riassemblo, rubo un’ immagine da un contesto, la scontorno e la ripropongo in un altro tempo e in un altro spazio, in un vero e proprio gioco di postproduzione.

-Beatrice Spadea

beatricespadea_serie

Foto Copyright | info: Beatrice Spadea